Vittorio Sgarbi, apre all'idea di Alberico Lemme Ministro della Salute.


FIRENZE - Vittorio Sgarbi, fondatore e leader di «Rinascimento», presente a "Pitti Uomo" desta scalpore ed interesse, prima affermando la sua presenza in una provocatoria e personalissima sezione Pitti Gay, immortalato in un immagine "Natura morta" di Arcimboldo tra le gambe e poi, con una dichiarazione con cui apre all'idea di Alberico Lemme a Ministro della Salute.

Ieri, la goliardica rappresentazione ideata da Sgarbi, ha offerto lo spunto per una riflessione sul genere LGBT che legato a doppio filo anche all'ambiente della moda - non solo genera le tendenze e detta gli stili - ma in qualche misura, condiziona anche i comportamenti ed i cambiamenti della società - motivo per cui «"Rinascimento" - spiega Sgarbi - assieme ad un esercito di giovani che sostengono il suo Movimento Politico - si riapproprieranno della bellezza che gli altri minacciano o che hanno già devastato»


Un dichiarazione forte che non è rimasta inosservata e che qualcuno tra i presenti, con malizia, ha ridefinito espressione di "omofobia" - per spostare l'attenzione su un'altra vicenda - paragonando la visione di Vittorio Sgarbi sulle tematiche gay (e non solo) a quella di Alberico Lemme.


Il contesto, dunque, ha dato l'opportunità di alimentare la discussione sulle recenti dichiarazioni del noto farmacista Alberico Lemme che già in passato, aspramente criticato per aver definito i Gay "mezze donne" ora, intervenuto a La Zanzara su Radio 24, ha nuovamente acceso gli animi e scatenato innumerevoli polemiche per le affermazioni sulle donne da Lui considerate "esseri inferiori" su Laura Boldrini apostrofata "Testa di donna, da cui non si cava un ragno dal buco" ed in ultimo ma certamente più interessante, per la sua auto candidatura a Ministro della Salute.


Da qui - Sgarbi - pretestuosamente allineato alle medesime vedute di Lemme e provocatoriamente interpellato ad esprimere un parere sull'auto candidatura di quest'ultimo, dopo aver annunciato che correrà da solo per le elezioni politiche: «Andremo da soli - fuori dalle coalizioni e liberi da opportunisti e riciclati» su Alberico Lemme - dice: «Lui sarebbe certamente più competente alla guida del Ministero della Salute, di quanto non possa esserlo Di Maio alla Presidenza del Consiglio».!!

Insomma, una vera e propria apertura alla discesa in campo del farmacista e dietologo più famoso d'Italia che dal canto suo, si dice pronto a mettersi a disposizione "gratuitamente" di qualunque forza politica che voglia arruolarlo per questo incarico, sostenendo con assoluta convinzione, di avere già pronto un piano che risanerebbe il Sistema Sanitario Italiano e consentirebbe un risparmio sulla spesa pubblica in materia di Sanità di ben 22 miliardi di euro l'anno.


Nel frattempo, l'auto candidato Ministro della Salute Alberico Lemme, sosterrà la «raccolta dimostrativa» di firme - che Sgarbi ha promosso - chiamando i suoi sostenitori a esprimersi su tre temi suggestivi: l'ingresso gratuito ai musei, come in Inghilterra; la riapertura delle case chiuse; l'abolizione di Equitalia e degli autovelox».


Staremo a vedere cosa accadrà e se alle dichiara/provocazioni seguiranno i fatti.



108 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti